Sicurezza Antincendio

L’uomo nel cercare migliorare le proprie condizioni di vita, si è accorto che una delle cause di infortunio era quella che derivava dagli incendi, perciò ha elaborato delle normative che garantiscono delle condizioni accettabili di sicurezza.

Con l’uscita del Decreto Ministeriale 16 febbraio 1982 è stato effettuato un grosso passo avanti, in quanto sono state individuate 97 attività che rientrano sotto il controllo dei Vigili del Fuoco ed è stata individuata la procedura per abilitarne il loro esercizio.

Successivamente, dato che non molte attività si erano messe in regola con il succitato Decreto, lo stato italiano ha emanato la Legge 7 dicembre 1984, n.818 che consentiva di adeguarsi alle prescrizioni di sicurezza in tempi molto lunghi.

Allo stato attuale le attività che rientrano sotto il controllo dei Vigili del Fuoco (le 97 attività del Decreto Ministeriale 16 febbraio 1982) non possono più usufruire dello sconto previsto dalla Legge 818/84, ma debbono conformarsi ai disposti della normativa che nel tempo è sempre in evoluzione.

Il Decreto Ministeriale del 10 Marzo 1998

IL DECRETO MINISTERIALE 10 MARZO 1998

Il Decreto Ministeriale 10 marzo 1998 rappresenta un’altra tappa fondamentale nella sicurezza contro gli incendi e per i luoghi di lavoro, in quanto definisce che nelle attività deve essere valutato il rischio d’incendio, dando dei parametri di valutazione, avendo in conclusione aziende con rischio basso, medio ed alto.

Successivamente l’addetto all’antincendio delle attività, deve effettuare un corso rapportato al rischio dell’attività che avrà una durata di 4 ore, o di 8 ore, o di 16 ore.

Un’altra cosa molto importante che il Decreto ha stabilito è la redazione del registro antincendio, per tutte quelle attività che rientrano sotto il controllo dei Vigili del Fuoco.

La Nostra Proposta

LA NOSTRA PROPOSTA

Con lo Studio Tecnico Bielettro ci proponiamo per effettuare le seguenti prestazioni:

  • Valutazione del rischio incendio secondo D.M. 10/03/98;
  • Redazione della relazione del Piano di emergenza ed evacuazione;
  • Redazione delle planimetrie per il Piano di emergenza ed evacuazione;
  • Valutazione e posizionamento dei cartelli indicatori e dei dispositivi di estinzione;
  • Redazione del registro antincendio;
  • Corso di formazione per addetti alle squadre di prevenzione incendi.